News

Giornata Mondiale del Diabete

In occasione della Giornata mondiale del Diabete che si celebra in tutto il mondo il 14 Novembre, il Centro Biomedico Papagni ha organizzato un’iniziativa aperta a tutti. Il 13,14 e 15 Novembre, dalle 7:30 alle 10:00, sarà possibile effettuare gli esami GLICEMIA ed EMOGLOBINA GLICATA al prezzo promo di 7 euro, senza prenotazione e con refertazione in giornata.
Diagnosi precoce e trattamento idoneo sono fondamentali per prevenire le complicanze del diabete.

  • Circa 3 milioni di casi diagnosticati in Italia;
  • 1 milione e mezzo stimato di persone inconsapevoli della malattia;
  • Diagnosi spesso casuale e tardiva (in molti casi non vi sono sintomi).

Questi i dati relativi al DIABETE, malattia cronica caratterizzata da alti valori di glicemia (glucosio nel sangue).

SINTOMI
I sintomi, quando presenti, sono principalmente polidipsia (sete intensa), poliuria (urine abbondanti), astenia (stanchezza).

SAPEVI CHE VI SONO PIU’ VARIETA’ DI DIABETE?
Le più comuni sono:
1) DIABETE TIPO 1
2) DIABETE TIPO 2 (il tipo di diabete più diffuso)(95% dei casi di diabete noto)
3) DIABETE GESTAZIONALE (compare durante la gravidanza e in genere scompare dopo il parto) (fino al 18% delle donne gravide sviluppa tale patologia).
Di seguito abbiamo riassunto le principali differenze fra diabete tipo 1 e 2:

DIABETE TIPO 1
Causa: Distruzione delle cellule del pancreas deputate alla produzione di insulina, dovuta al sistema immunitario dell’organismo (autoimmunità).
Esordio: Bambini e adolescenti
Fattori di rischio principali:

  • Parenti di primo grado affetti
  • Malattie autoimmuni

DIABETE TIPO 2
Causa: Deficit di produzione di insulina (estrema eterogeneità eziopatogenetica, legata a vari fattori genetici e ambientali).
Esordio: Dopo i 40 anni d’età
Fattori di rischio principali:

  • Parenti di primo grado affetti
  • Glicemia o Hb glicata non ottimale
  • Pregresso diabete gestazionale
  • Eccesso di peso *
  • Iperalimentazione
  • Sedentarietà
  • Il rischio di sviluppare il diabete tipo 2 è 10 volte superiore nei soggetti obesi.

Il diabete può determinare danni a vari organi e tessuti, come occhio (retinopatia), rene (nefropatia), nervi (neuropatia), arterie (vasculopatia) e cuore (cardiopatia).
Inoltre vari disordini metabolici sono associati al diabete, tra cui:

  • Dislipidemia
  • Ipertensione arteriosa
  • Trombofilia
  • Infiammazione cronica
  • Stress ossidativo
  • Disfunzione di endotelio e tessuto adiposo
    La diagnosi spesso è posta con un ritardo di 5 – 10 anni, quando già si manifestano le complicanze derivanti dal diabete.

ESAMI DI LABORATORIO

  • GLICEMIA: misura la concentrazione del glucosio nel sangue al momento del prelievo.
  • EMOGLOBINA GLICATA (HbA1c): consente di valutare la glicemia media negli ultimi 2-3 mesi, misurando la quota di emoglobina (proteina trasportatrice dell’ossigeno nei globuli rossi) legata al glucosio. Più la glicemia è alta, maggiore sarà la quota di emoglobina glicata che si forma.
    L’emoglobina glicata è un parametro fondamentale per la diagnosi e per la gestione del diabete.

Articoli correlati
https://www.analisipapagni.it/esami/hb-glicata-hb-a1c-blog/
https://www.analisipapagni.it/patologie/diabete/