MONONUCLEOSI INFETTIVA

La Mononucleosi Infettiva è una malattia causata dal virus di Epstein-Barr (EBV o HV-4 o Herpes Human Virus 4) appartenente alla famiglia degli Herpesvirus, la stessa famiglia della quale fanno parte il virus della Varicella, del fuoco di S. Antonio, dell’Herpes labiale e genitale.

Le infezione da virus di Epstein-Barr sono estremamente diffuse; basti pensare che il 90-95% della popolazione mondiale è venuta a contatto col virus.

La manifestazione clinica più ricorrente associata al virus di Epstein-Barr è la Mononucleosi Infettiva.

Il virus è presente e si replica nelle ghiandole orofaringee e nei linfonodi, per cui è presente nelle secrezioni orofaringee dell’ospite e nei linfonodi. E’ altamente contagioso e viene trasmesso facilmente da persona a persona mediante starnuti,goccioline di saliva, baci o condivisione di oggetti contaminati (stoviglie, giocattoli ecc.).

INCUBAZIONE-REPLICAZIONE-LATENZA

Il periodo d’incubazione, ossia il periodo di tempo tra l’esposizione al virus e lo sviluppo dei sintomi, dura alcune settimane. Durante l’infezione primaria acuta, il virus si replica; alla scomparsa dei sintomi, la carica virale diminuisce, ma il virus non viene eradicato completamente, permanendo nell’ organismo in uno stato di latenza. Il virus EBV latente rimane all’ interno dell’organismo della persona infettata per il resto della sua vita e, talvolta, può riattivarsi causando però problemi significativi solo in caso di particolare compromissione del sistema immunitario.

La maggior parte delle persone viene a contatto con EBV durante l’infanzia, spesso in maniera asintomatica o con solo pochi sintomi parainfluenzali.

Esistono 4 tipi di anticorpi:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin