VITAMINA A

Descrizione Esame: VITAMINA A


Vedi:


Campione: PRELIEVO DI SANGUE


Metodo: HPLC


Consegna referto: 1gg


La vitamina A (o retinolo o axerofitolo) è una vitamina che proviene direttamente dagli alimenti (olio di fegato di pesce - fegato di animali - tuorlo d'uovo - burro - latte - panna - carote e pomodori maturi - albicocche - pesche - arance).

Dall'intestino viene trasportata al fegato e dal fegato può raggiungere i tessuti e gli organi dove svolge una funzione specifica nel processo della visione al buio ed ha un'azione protettiva delle mucose ed epiteli in genere.

La vitamina A è resistente alla cottura, ma sensibile alla luce e all'ossigeno, perciò, gli alimenti che ne sono ricchi non devono essere conservati all'aria e alla luce del giorno.

L'AUMENTO della vitamina A può essere dovuto ad assunzione eccessiva di supplementi di vitamina A.

Aumenti eccessivi di vitamina A possono causare irritabilità, nausea, vomito, aumento della pressione endocranica, desquamazione cutanea.

Una DIMINUZIONE della vitamina A può essere dovuta a prolungata privazione alimentare o a sindromi di malassorbimento (morbo celiaco, colestasi, cirrosi epatica, fibrosi cistica) ed ha come conseguenze:

-> diminuzione della visione in scarsità di luce (emeralopia);

-> pelle rugosa;

-> ridotto accrescimento nei bambini;

-> aumentata tendenza alle infezioni;

 

-> secchezza e ulcerazione della cornea.