OMOCISTEINA

Descrizione Esame: OMOCISTEINA


Vedi: 


Campione: PRELIEVO DI SANGUE

 


Metodo: HPLC


Consegna referto:  2gg


  

Che cosa è l'omocisteina

L'Omocisteina è un aminoacido non proteico che viene prodotto dalla trasformazione della Metionina, aminoacido essenziale per il nostro organismo, contenuto nelle proteine animali della dieta.

 

Metabolismo dell'omocisteina

L'omocisteina, una volta prodotta nel nostro organismo può essere:

  • al bisogno, ritrasformata in Metionina per azione dell'acido folico, vitamina B12 e dall'enzima MTHFR (Metilene tetraidrofolato Reduttasi);
  • trasformata, per azione di vit. B6 e dell' enzima Cistationina βeta sintetasi, in Cistationina, cisteina e nei loro metaboliti che vengono eliminati con le urine.

L'omocisteina eccedente, rimane in circolo e, può essere eliminata, come tale, con le urine.

 

L'omocisteina AUMENTA:
-> Per eccessiva introduzione di Metionina (a causa di una dieta ricca di proteine animali: carne, salumi, formaggi ecc.)
-> Per inadeguata trasformazione di omocisteina nei suoi metaboliti Cistationina e Cisteina, o in Metionina per carenza di vitamine del gruppo B (Ac. Folico, vit. B6, vit. B12) e/o per difetto enzimatico (Mutazione dell'enzima MTHFR) - Mutazione dell'enzima CBS (Cistationina-Beta-Sintetasi).

-> Per assunzione di alcuni farmaci quali: Metrotrexate, antiepilettici, contraccettivi orali, teofillina.

 

Omocisteina e danno vascolare

Numerosi studi hanno dimostrato che l'aumento di omocisteina è considerato uno dei fattori di rischio per malattie cardiovascolari: infarto del miocardio, ictus, trombosi, aterosclerosi ecc.

I meccanismi attraverso i quali l'omocisteina provoca danno a livello vasale potrebbero essere i seguenti:

 

L'omocisteina

  • risulta essere altamente lesiva per l'endotelio, con conseguente attivazione del processo aterosclerotico (Leggi: Colesterolo LDL ossidato);
  • antagonizza la sintesi dell'ossido nitrico endoteliale, riducendo in tal modo l'azione vasodilatatrice ad esso legata;
  • stimola la formazione dell'anione superossido (O2-) con conseguente aggravamento dello stress ossidativo (Leggi: Radicali liberi e antiossidanti).

Infine il meccanismo attraverso il quale l'omocisteina porta alla formazione di trombi può essere legato: