LIPOPROTEINA (a)

Descrizione Esame: LIPOPROTEINA (a)


Vedi: 


Campione: PRELIEVO DI SANGUE


Metodo: IMMUNOTURBIDIMETRICO


Consegna referto: 3gg


 

 

CHE COSA SONO LE LIPOPROTEINE?

Le lipoproteine sono grossi complessi, in gran parte sferici, che trasportano lipidi (principalmente trigliceridi, esteri del colesterolo e vitamine liposolubili) attraverso i liquidi corporei (plasma, liquidi interstiziali e linfa).

 

Esse sono costituite da:

  • Un nucleo di sostenze idrofobiche (insolubili in ambiente acquoso), contenente colesterolo esterificato, trigliceridi e vitamine liposolubili;
  • un guscio composto da fosfolipidi, colesterolo non esterificato e proteine (le apolipoproteine) tutte molecole anfotere, (cioè da un lato idrosolubili dall'altro lato liposolubili) che presentano il lato idrosolubile sulla parte esterna.

Le lipoproteine plasmatiche si dividono in cinque classi principali, in base alla loro densità, contenuto in trigliceridi, ed in apolipoproteine: CHILOMICRONI, VLDL, IDL, LDL, HDL.

La natura idrofilica delle componenti del guscio esterno delle lipoproteine permette loro uno spostamento agevole nei liquidi corporei e, di conseguenza, un adeguato trasporto di colesterolo, trigliceridi e vitamine liposolubili alla sede del loro accumulo e/o utilizzo.

 

Le componenti proteiche delle lipoproteine si chiamano apolipoproteine ed, in base alla loro funzione ed alla loro struttura, sono suddivise in cinque classi principali dalla A alla E  e quasi tutte comprendono delle sottoclassi per es. APO AI; APO CII ecc.

 

CONOSCIAMO LA LIPOPROTEINA (a) .....

La lipoproteina (a) ha una struttura simile a quella della lipoproteina LDL. Si differenzia solo per la sua caratteristica distintiva che è la presenza di una molecola apolipoproteica la Apo (a), unita da un legame covalente ad uno specifico sito della Apo B100, presente sul guscio delle LDL.

 

QUALI SONO LE CAUSE DI AUMENTO DI LIPOPROTEINA (a)?

=> Cause genetiche:
Si è riscontrato un aumento della lipoproteina (a) in soggetti portatori di varianti sulla porzione del gene LPA che codifica per la proteina Apo (a).

 

=> Fattori come la dieta possono avere un ruolo dal momento che si è osservato che gli acidi grassi fanno aumentare la lipoproteina (a).

Questo potrebbe spiegare perchè la somministrazione di L-Carmitina, che ha un ruolo attivo nella ossidazione intracellulare degli acidi grassi, fa abbassare la lipoproteina (a).

 

QUALI SONO LE CONSEGUENZE DELL'AUMENTO DELLA LIPOPROTEINA (a)?

=> Le lipoproteine (a) per la loro struttura simile a quella delle lipoproteine LDL, analogamente a queste ultime, tendono a formare placche aterosclerotiche.

=> Inoltre esse rivestono un ruolo trombogenico (tendenza alla formazione di trombi o piccoli coaguli) per un'azione inibente esercitata dalla proteina Apo (a) sul meccanismo della fibrinolisi.

 

Pertanto l'aumentata azione aterogenica e trombogenica attribuita ad elevati livelli di lipoproteina (a) sono stati correlati ad un maggior rischio di malattie cardiovascolari.

 

A CHI CONSIGLIARE IL DOSAGGIO DELLA LIPOPROTEINA (a)?

  • A pazienti con storia personale e/o familiare di malattia cardiovascolare prematura (inf. a 55 anni);
  • a pazienti con malattia cardiovascolare definita aterosclerotica ma con un profilo lipidico "normale" all'esame di routine;
  • a pazienti con una storia di stenosi coronarica arteriosa ricorrente;
  • ai membri di una famiglia con soggetti in cui è stata riscontrata un'alta concentrazione di lipoproteina (a);
  • a pazienti con dislipidemie, insufficienza renale, diabete mellito, malattie cardio o cerebrovascolari.