CISTATINA - C UN NUOVO INDICATORE DI FUNZIONALITA' RENALE

VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE – VELOCITA’ DI FILTRAZIONE GLOMERULARE (VFG)
La malattia renale cronica (MRC) è una malattia progressiva, spesso legata a fattori di rischio come diabete e ipertensione.
Una diagnosi precoce può consentire una sua adeguata gestione al fine di rallentarne l’evoluzione verso gli stadi più avanzati.
Per decenni è stato assunto, come parametro di riferimento per la valutazione della funzionalità renale, il dosaggio della creatinina sierica.

La  creatinina, da sola, non è un valido indicatore di funzionalità renale.

Perciò si è fatto ricorso alla determinazione della velocità di filtrazione glomerulare (VFG) (quantità di sangue in ml che il rene riesce a filtrare in un minuto), parametro che, meglio della sola creatinina, riesce a valutare le alterazioni della funzionalità renale, soprattutto nelle fasi iniziali.

La formula che, anche secondo l’autorevole parere di illustri nefrologi, ha dato i risultati più rispondenti alla realtà clinica è la VFG (Creatininemia – CKD-EPI) che utilizza, come parametro di calcolo, oltre alla creatininemia, l’età, il sesso, la razza del paziente, anche opportuni fattori di correzione.

CISTATINA - C                                  

Recentemente è stato introdotto un nuovo parametro che ci consente di calcolare la VFG senza far ricorso alla creatininemia: la CISTATINA-C.
Il vantaggio derivante dall’uso di questo nuovo parametro nel calcolo della VFG (Cistatina-C), deriva dal fatto che la Cistatina-C, essendo prodotta da tutte le cellule nucleate dell’organismo ed essendo completamente eliminata dal rene, non risente, come nel caso della Creatininemia, di variabili intra ed inter individuali, legate alla massa e all’attività muscolare, oltre che ad un certo tipo di alimentazione (soprattutto proteica).

A causa dei costi elevati, che comporta l’esecuzione dell’esame Cistatina-C, è consigliabile utilizzare la formula VFG (Cistatina-C), almeno nei seguenti casi:
1) su pazienti con atrofia muscolare (riduzione della massa muscolare, che ne determina una parziale o completa perdita di funzione) causata:

  • dell’età avanzata (superiore a 60 anni – soprattutto da 70 anni in poi),
  • da malattie quali SLA – Dermatomiosite – Polimiosite – Distrofia muscolare – Neuropatia motoria (come la neuropatia diabetica) – Artrosi – Artrite reumatoide – Lesione del midollo spinale – Poliomelite,
  • da epatitopia cronica e cirrosi,
  • da malnutrizione,
  • da immobilizzazione per lungo tempo,
  • da terapia a lungo termine con cortisonici;

2) su pazienti  di età inferiore a 15 anni;

3) su donne in gravidanza;

4) su pazienti con sospetta insufficienza renale iniziale o cronica per i quali è necessario seguire l’evolversi della malattia renale, al fine di meglio modulare la terapia e suggerire uno stile di vita più adeguato (alimentazione, ecc.),

5) su pazienti con valori di creatininemia (alti o ai limiti superiori della norma), sospetti per insufficienza renale,

6) su pazienti con presenza, nelle urine, di sangue e/o di albumina (microalbuminuria) e/o di proteine (proteinuria),

7) su pazienti sottoposti a terapia con farmaci ad elevata tossicità ed escreti dai reni.

In situazioni del genere si è avuto modo di constatare che i valori di VFG (Creatinina-CKD-EPI), spesso potevano trarre in inganno, perché, essendo più elevati rispetto a quelli ottenuti con VFG (Cistatina-C), facevano erroneamente presupporre una buona funzionalità renale in pazienti con iniziale o, addirittura, avanzato stato di deficit renale.

Abbiamo, altresì, riscontrato situazioni in cui i valori di VFG (Creatininemia CKD-EPI) sono risultati inferiori a valori di VFG (Cistatina-C) su pazienti

  • con valori di Creatininemia al di sopra dei valori normali (perché dotati di una massa muscolare superiore alla norma),
  • Ipertiroidei, acromegalici, affetti da gigantismo,
  • che assumono, come integratori creatina o derivati della creatina.

Sui pazienti non appartenenti alle categorie sopra elencate, abbiamo riscontrato che i valori di VFG (Creatininemia CKD-EPI) e VFG (Cistatina-C) sono abbastanza sovrapponibili, per cui non riteniamo opportuno suggerire l’esecuzione della VFG (Cistatina-C), bensì della sola VFG (Creatininemia CKD-EPI), che potrebbe essere sufficiente per inquadrare la situazione reale del paziente da un punto di vista nefrologico. 

 

Per ulteriori approfondimenti leggi:

scheda esami CISTATINA - C