ANTICORPI ANTI NUCLEO (ANA)

Descrizione Esame: ANTICORPI ANTI NUCLEO (ANA)


Vedi:


Campione: Prelievo di sangue


Metodo: MULTIPLEX-LUMINEX-IMMUNOFLUORESCENZA INDIRETTA


Consegna referto: 3gg


CHE COSA SONO GLI ANTICORPI E A COSA SERVONO?

In condizioni normali, l'organismo si difende dall'aggressione di agenti esterni (antigeni) quali virus, batteri ecc., attivando il sistema immunitario e producendo anticorpi specifici che provvedono a neutralizzare gli aggressori.

 

Quando l'organismo produce una risposta immunitaria contro i propri tessuti provoca un disordine immunitario o (malattia autoimmune) che si suddivide in due tipi:

  • quello dove solo un singolo organo o tessuto è direttamente danneggiato dal processo autoimmune e si definisce malattia autoimmune organo specifica:
    => malattia: diabete tipo I => organo interessato: insule pancreatiche;
    => malattia: tiroidite di Hashimoto; malattia di Graves => organo interessato:tiroide;
    => malattia: sclerosi multipla, sindrome di Guillain-Barré =>  organo interessato: sistema nervoso centrale.
  • quello che danneggia molti organi e si definisce malattia autoimmune sistemica:
    => malattia: artrite reumatoide => organi interessati: articolazioni, polmoni, pelle ecc.;
    => malattia: LES (Lupus Eritematoso Sistemico) => organi interessati: pelle, articolazioni, reni, cuore, cervello, globuli rossi, altro;
    => malattia: sclerodermia => organi interessati: pelle, intestino, meno comunemente polmoni; ecc.

ANTICORPI ANTI NUCLEO E DIAGNOSI DI MALATTIE AUTOIMMUNI SISTEMICHE

Gli anticorpi anti nucleo rappresentano una vasta ed eterogenea popolazione di anticorpi contro componenti intracellulari delle cellule umane, in particolare nucleari (DNA - RNA, Ribonucleoproteine - Istoni - Centromeri ecc.).

 

Il termine antinucleo è legato al fatto che i primi anticorpi scoperti furono quelli diretti contro antigeni nucleari. In seguito furono scoperti anticorpi diretti anche contro antigeni presenti nel citoplasma della cellula. Il temine anticorpi anti nucleo è rimasto anche se, nella terminologia comune, fanno parte del gruppo degli anticorpi anti nucleo anche gli anticorpi Anti Antigeni Citoplasmatici.

 

Gli anticorpi anti nucleo rivestono una notevole importanza, in campo medico, poiché, pur essendo presenti in minima quota in molti individui sani, tendono ad aumentare sensibilmente nel sangue dei soggetti affetti da malattie autoimmuni sistemiche tra le quali citiamo le più importanti: LES (Lupus Eritematoso Sistemico), Lupus da farmaci, sclerodermia ecc..

Il test per la ricerca degli anticorpi anti nucleo (ANA) identifica la presenza di anticorpi diretti contro uno o più antigeni presenti nel nucleo e/o nel citoplasma delle cellule del nostro organismo.

Il test risulta positivo per la presenza, in circolo, anche di uno solo degli anticorpi anti antigene nucleare e/o antigene citoplasmatico.

 

Poiché gli anticorpi anti nucleo possono risultare presenti in numerose patologie, tra le quali citiamo le più importanti:
-> LES (Lupus Eritematoso Sistemico), Lupus discoide, Lupus indotto da farmaci, Lupus cutaneo subacuto;

-> sclerodermia;

-> polimiosite/dermatomiosite 
-> sindrome di Sjogren,
-> malattia di Raynaud,

-> artrite cronica giovanile, artrite reumatoide,
-> sindrome da anticorpi anti fosfolipidi,

-> bav congenito(blocco atrio ventricolare congenito);

-> crioglobulinemia;

-> poliartrite nodosa;
-> epatiti autoimmuni.

 

è opportuno, in base al sospetto diagnostico, effettuare la ricerca degli anticorpi anti nucleo specifici (consulta pannello connettiviti) che presentano, a secondo del tipo, una specificità più o meno accentuata per le diverse patologie (vedi scheda "FREQUENZA DI ANTICORPI NELLE MALATTIE AUTOIMMUNI SISTEMICHE"), che con ulteriori test di approfondimento, associati alla sintomatologia del paziente ed alla sua storia clinica possono essere agevolmente diagnosticate.

 

Valori falsamente positivi per anticorpi anti nucleo si possono riscontrare:
-> in pazienti che assumono alcuni farmaci tra i quali i più importanti sono l'acido paraminosalicilico, carbamazepina, cloropromazina, etosuccimide, griseofulvina, idralazina, isomiazide e farmaci del gruppo della idantoina,
-> nei soggetti anziani.

 

L'indicazione della forma di fluorescenza nucleare  e citoplasmatica può essere di ulteriore ausilio per l'identificazione del tipo di malattia autoimmune presente.

-> la forma OMOGENEA o DIFFUSA:

  • con alti titoli di anticorpi anti nucleo è associata al LES;
  • con bassi titoli di anticorpi anti nucleo si riscontra nell'artrite reumatoide, nella sindrome di Sjogren, nelle connettiviti miste.

-> la forma PUNTEGGIATA è associata al Sjogren e ad una grande varietà di manifestazioni come il fenomeno di Raynaud, il LES, l'artrite reumatoide, la sclerodermia le connettiviti miste, oltre che alla mononucleosi infettiva;

-> La forma PERIFERICA è associata quasi esclusivamente al LES;
-> la forma NUCLEOLARE è associata alla sclerodermia

-> La forma centromerica è tipica di una variante della sclerosi sistemica progressiva o Sindrome di Crest caratterizzata da calcinosi, fenomeno di Raynaud, anomala mitilità esofagea, sclerodattilia, telangiectasia.