ANTICORPI ANTI LKM (anti microsomi epato renali)

Descrizione Esame: ANTICORPI ANTI LKM (anti microsomi epato renali)


Vedi:


Campione: Prelievo di sangue


Metodo: IMMUNOFLUORESCENZA INDIRETTA


Consegna referto: 6gg


Gli anticorpi anti LKM sono anticorpi diretti contro i Microsomi delle cellule epatiche (Liver) e renali Kidney.
La presenza di questi anticorpi può essere messa in evidenza:

  • mediante immunofluorescenza indiretta, trattando il siero del paziente con sezioni criostatiche di rene e fegato di ratto, che assumono una colorazione fluorescente in caso di presenza di anticorpi;
  • mediante test in immunoenzimatica (EIA) che prevede l'utilizzo di micropiatre i cui pozzetti sono rivestiti di Citocromo P450 2d6 umano ricombinante che funge da antigene per il riconoscimento degli anticorpi.

La loro presenza si associa spesso alla presenza di epatite autoimmune di tipo II che è una malattia infiammatoria cronica del fegato la cui diagnosi è basata su caratteristiche cliniche e istopatologiche come l'infiltrazione cellulare degli spazi portali e la tipica necrosi frammentata del parenchima epatico.


L'epatite cronica autoimmune di tipo II:

  • ha una prevalenza sul sesso femminile (l'80% è rappresentato da donne e, soprattutto, donne in giovane età);
  • presenta una frequente associazione col l'epatite C.

E' importante, prima di trattare con interferone pazienti con epatite cronica HCV positiva, escludere la presenza di anticorpi anti LKM per evitare complicazioni cliniche. Inoltre è bene ricordare che in caso di riacutizzazione dell'epatite in corso di terapia con interferone occorre sempre ripetere la ricerca degli anticorpi anti LKM, in quanto è possibile che in corso di trattamento alcuni pazienti sviluppino tali anticorpi.